fbpx

Perché scegliere di noleggiare un sistema di sanificazione d’ambiente?


Non solo quando si teme un contagio da Covid-19.

Perché è una procedura inserita nel rapporto: “Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell’attuale emergenza COVID-19: superfici, ambienti interni e abbigliamento” pertanto è un sistema di sanificazione autorizzato.
La Rossetto ha selezionato apparecchiature professionali ma al contempo semplici da utilizzare.
Perché per ogni contratto di queste apparecchiature sono previsti i seguenti servizi:

  1. Macchina sostitutiva in caso di rottura (classico muletto, per non stare mai senza sanificazione)
  2. Formazione del personale dell’azienda che noleggia l’apparecchiatura per un corretto utilizzo.
  3. Costo del canone deducibile al 100%.
  4. Garanzia di assistenza per tutta la durata del contratto.
  5. Nessun cespite da dover registrare.
  6. Noleggio diretto senza intermediazione finanziaria.

DOMANDA: Ma cos’è l’ozono?

L’ozono: Forma allotropica dell’ossigeno, con molecola triatomica, concentrata nella ozonosfera; è un gas bluastro, di odore pungente, dotato di forte potere ossidante; si usa come disinfettante, deodorante, battericida, sterilizzante soprattutto delle acque, e come ossidante in numerose sintesi organiche; è tossico a concentrazioni superiori a 0,01 parti per milione, livello talvolta raggiunto nella troposfera solo nelle arie urbane dove la concentrazione può considerevolmente aumentare per l’effetto combinato di forte insolazione, assenza di vento e presenza di gas inquinanti.


DOMANDA: A chi sono destinati questi apparecchi?

In tutti gli ambienti dove sia previsto sia il transito o la presenza di visitatori od operatori che devono esse tutelati  nell’ambito delle loro mansioni e più specificatamente:

  • Magazzini
  • Reparti lavorazioni (capannoni)
  • Uffici, ambienti scolastici come asili (zona riposo) e palestre comprese le attrezzature, aule, aule magne
  • Locali mensa, ristoranti, camere d’albergo.
  • Bagni e spogliatoi, saune.
  • Aree alimentari,
  • Laboratori
  • Studi medici
  • Uffici
  • Auto
  • Ambulanze
  • Camper

Se vuoi approfondire e comprendere in modo approfondito clicca qui

DOMANDA: Ma come si utilizzano questi apparecchi?

Utilizzo semplice: l’apparecchiatura è imposta sui parametri prestabiliti dai protocolli in vigore che prevedono di saturare l’ambiente con una PPM di ozono pari a 2 per un periodo di 30 minuti. E’ sufficiente accendere la macchina e premere il pulsante start, la macchina analizza l’ambiente, inizia il trattamento e rimarrà in funzione per il tempo necessario a soddisfare i parametri suddetti a secondo delle dimensioni dell’ambiente e grazie all’analizzatore fornito in dotazione monitora il processo attimo per attimo. Una volta raggiunto l’obiettivo di sanificare l’ambiente si spegne. Estremamente versatile, terminato il lavoro vengono indicati i tempi dei target raggiunti. La macchina può essere collegata a un PC per l’analisi in tempo reale dell’andamento del trattamento ambientale. Sarà sufficiente stampare il report che l’apparecchiatura registra durante il trattamento per avere un riscontro della buona riuscita da sottoporre all’attenzione delle unità sanitarie, qualora lo richiedano. Tutte le funzioni operative possono essere gestite anche tramite automazione esterna con applicazione mobile via wi-fi.

Trattamento mediante ozono – Ambito normativo specifico
L’ozono generato in situ a partire da ossigeno è un principio attivo ad azione “biocida”


DOMANDA: Il trattamento ad ozono uccide il virus Covid-19 ?

Falso il trattamento ad ozono prolungato per tempo di almeno 30 minti con una concertazione di 2 parti per milione rende “inerte” ogni tipo di virus presenti nell’ambiente, ovvero non più in grado di contagiare

Istituto Superiore di Sanità
Focus on: utilizzo professionale dell’ozono anche in riferimento al COVID-19. Versione del 23 luglio 2020.

Gruppo di lavoro ISS-INAIL
2020, vi; 44 p. Rapporto ISS COVID-19 n. 56/2020
Il presente documento ha la finalità di fornire le evidenze tecnico – scientifiche ad oggi disponibili sull’ozono nel contesto epidemico COVID-19. A tale scopo riporta lo stato dell’arte con particolare riferimento a: status regolatorio, valutazioni disponibili a livello nazionale e internazionale, informazioni sui pericoli e rischi connessi all’uso dell’ozono, informazioni sulla tossicità e l’impatto sulla salute umana e sull’ambiente, efficacia della sostanza come virucida, sicurezza d’uso e precauzioni da adottare nella generazione in situ di ozono nel campo della prevenzione e controllo del SARS-CoV-2. Tratta inoltre le diverse applicazioni dell’ozono, dalla sanificazione degli ambienti a quella dei dispositivi, al settore alimentare, fino al trattamento delle acque. Il documento, sulla base delle evidenze scientifiche, esamina inoltre l’efficacia terapeutica dell’ozonoterapia valutandone la sicurezza d’uso, le criticità e gli sviluppi in divenire. L’elaborato non prende in esame l’esposizione all’ozono quale prodotto involontario da irraggiamento UV dell’atmosfera né di sistemi per la purificazione dell’aria. Il documento inoltre non prende in esame altre sostanze generate in situ ad azione disinfettante o comunque sanitizzanti o altri processi in uso nel contesto epidemico COVID-19 e pertanto non consente una esaustiva valutazione del rapporto costo/beneficio rispetto agli altri sistemi disponibili

Presentazione linea Aeramax e recensione di un dirigente scolastico


Richiedi ulteriore documentazione a riguardo contattando: Catalogo generatore ozono DRP100AS5

Designed by Lago digitale
× .